10 città green e divertenti in Francia

Ispirazioni

Cultura e Patrimonio

Claudia / Adobe Stock
© Claudia / Adobe Stock

Tempo di lettura: 0 minPubblicato il 29 marzo 2023, aggiornato il 12 giugno 2024

Puoi prenderti cura del pianeta divertendoti, mangiando locale, passando all’azione con allegria, preservando l'ambiente, rimboccandoti le maniche in buona compagnia, moltiplicando i progetti e le iniziative che rinverdiscono la vita e la città. Nelle fattorie urbane, dove si mescola lavoro e attività ludica aperti a tutti, negli eco-quartieri innovativi, durante festival sostenibili, è tempo di condividere, di incontrarsi e di stare insieme divertendosi per vedere un futuro più verde... in verde e contro ogni previsione.

Marsiglia, tutti alla Friche!

JoYana / Office de tourisme et des congrès de Marseille.
© JoYana / Office de tourisme et des congrès de Marseille.

La Friche de la Belle de Mai si estende su 45.000 mq nel cuore di Marsiglia, di cui 8.000 mq di rooftop dove le generazioni si mescolano e dove si inventano con gioiosa energia gli stili di vita di domani. In questa ex-fabbrica di tabacco trasformata in fabbrica d'arte e cultura, sale per spettacoli e concerti si mescolano a Les Grandes Tables, a un ristorante di cucina locale e a un mercato contadino, a caffè e a uno skate park, a parchi giochi, a giardini condivisi, a muri di street art e a spazi espositivi che raccontano il passato o immaginano il futuro ("Plasticocène", "Prendre la clé des champs")... Un luogo vivace, proprio come la città di Marsiglia, che si mobilita anche in musica con il Festival Delta e il suo Villaggio dell'Ambiente, in agosto, sulle spiagge del Prado. È una bella sensazione!

La Friche Belle de Mai Delta Festival - 4 - 8 settembre 2024

Aix-les-Bains, musica in un breve itinerario nelle Alpi

Aymeric Coissard / Aix-les-Bains Riviera des Alpes
© Aymeric Coissard / Aix-les-Bains Riviera des Alpes

Ai piedi delle Alpi, si possono fare dolci passeggiate intorno al magnifico Lac du Bourget. In tutte le stagioni, la Riviera delle Alpi, rinomata località termale, è un luogo ideale per gli amanti del ciclismo (Aix-les-Bains è stata premiata come "Ville à Vélo" del Tour de France) e della natura selvaggia e preservata. Un ambiente eccezionale che Musilac, l'evento musicale estivo, si preoccupa di rispettare. Il più grande festival pop-rock della regione Auvergne-Rhône-Alpes dà l'esempio di un festival e di un'organizzazione eco-responsabili, senza plastica, senza rifiuti, a km0 e incoraggiando le buone pratiche e le azioni ecologiche. Sì, è possibile!

Festival Musilac 10 - 13 luglio 2024

Bordeaux si reinventa all'ecosistema Darwin

Sara Soulignac / Bordeaux tourisme
© Sara Soulignac / Bordeaux tourisme

Sulla sponda sinistra della Garonna, Bordeaux l'elegante città della Nouvelle-Aquitaine, celebra il suo passato nelle vie pedonali del centro storico. Sulla riva destra, la Capitale europea del turismo intelligente (Smart Tourism) 2022 guarda al futuro. In un'ex caserma eco-riabilitata, Darwin è come una grande piazza di paese, un luogo aperto e festoso che ospita arte di strada e un hangar per lo skateboard, spazi di coworking e un mercato agricolo, nonché una fattoria urbana e, all'interno del Magasin Général, uno dei più grandi ristoranti biologici di Francia. Potrai imparare a mangiare in modo diverso, in un circuito breve e locale, compresa una birra "made in Bordeaux". Vuoi assaggiarla?

Darwin Climax Festival 2023 (settembre 2024 nel cuore dell'Ecosistema Darwin)

Lione, il giusto ritmo ecologico in Alvernia-Rodano-Alpi

B. Robert/Auvergne-Rhône-Alpes Tourisme
© B. Robert/Auvergne-Rhône-Alpes Tourisme

In qualità di Capitale della Biodiversità 2019, Lione è stata premiata per i suoi sforzi, come la rivegetazione delle rive della Saona, che ora offrono agli escursionisti chilometri di giardini acquatici, prati naturali e persino spiagge nella bella stagione. Dall'eco-quartiere Confluence, la città ha moltiplicato i segnali di cambiamento e noi possiamo parteciparvi, ad esempio visitando HEAT, la sala da pranzo H7, un luogo simbolico che riunisce anche spazi di lavoro e sale per eventi. Il menù per gli amanti del buon cibo: condivisione e incontro, street food in cortocircuito, rispetto delle stagioni, prezzi equi e ragionevoli. Anche Nuits Sonores, il festival musicale che festeggia il suo 21° anniversario nel 2024 (17-12 maggio), fa parte di questo movimento impegnato, occupando l'HEAT, le rive della Saona e i terreni industriali dismessi per far ballare la gente e, con il suo NS Lab, incoraggiare la riflessione dei cittadini e le azioni culturali militanti. Fatti sentire!

Heat Festival Nuits Sonores (May 17-21, 2023)

Nantes, viaggio nella natura nel Pays-de-la-Loire

Jinhui Kang / Le Voyage à Nantes
© Jinhui Kang / Le Voyage à Nantes

Nantes è stata eletta Capitale Verde Europea nel 2013, prima città francese a ricevere questo riconoscimento, e ha sempre avuto un vantaggio e si sta assicurando di mantenerlo. Con la sua rete ciclabile, gli eco-quartieri, la Petite Amazonie (l'unica area naturale in Europa classificata come Natura 2000 nel cuore della città), i paesaggi da coltivare e gli orti comunitari nelle aiuole e nei giardini pubblici, la città è sempre alimentata dal verde, in modo allegro ed educativo. Che si tratti dell'Agronaute, la grande Fattoria Urbana impiantata sul sito dell'ex MIN con laboratori e campi di lavoro partecipativi, concerti e mercati agricoli, del Voyage à Nantes, l'evento artistico estivo e della sua mensa in cortocircuito, o di Magmaa, la nuova food court sotto gli ex capannoni Alstom dove si cucinano piatti del mondo locavore, a Nantes ci crediamo!

L'Agronaute Le Voyage à Nantes Magmaa

Montpellier, halles e compagnia in Occitania

Marielle Rossignol
© Marielle Rossignol

Il meglio dell'architettura e del design contemporaneo si è insediato a Montpellier. Sul lato del Port Marianne e sulle rive del Lez, c'è audacia ma anche animazione, poiché gli esperimenti urbani convivono con luoghi di vita allegri come il Marché du Lez e le sue sale gastronomiche. Al posto delle ex-tipografie, un gioioso assembramento di food truck, rivenditori di oggetti usati, negozi di riciclaggio, ristoranti, bar, terrazze sul tetto, bancarelle di produttori locali e campi da bocce invitano a vivere insieme e a mangiare bene. Si tratta di un progetto condiviso dalla Halle Tropisme, un altro terzo posto di rilievo, installato nelle ex officine meccaniche dell'École d'Application d'Infanterie de Montpellier e immaginato come un villaggio di 10.000 mq. In programma, musica ed esperimenti culinari, arte contemporanea e clubbing, dibattiti e afterwork, bricolage, riciclo e giardinaggio, caccia all'affare e solidarietà... Corri!

Marché du Lez Tropisme Hall

Lille, fame di futuro nell’Alta Francia

halluneed
© halluneed

La Capitale Mondiale del Design 2020 ha un piede nel futuro e un grande appetito per tutto ciò che può rendere la vita più bella. Per partecipare a questa effervescenza culturale e artistica, recati alla stazione Saint-Sauveur, il quartier generale dell'audacia settentrionale con le sue sale sempre affollate e il suo Bistrot Saint-So. Concerti e incontri, mostre e scambi, la metropoli di Lille è affamata di cambiamenti, anche nei piatti. La gastronomia può essere assaporata in modo festoso e locale con il collettivo Mange Lille, un gruppo di chef appassionati e impegnati che festeggia il suo decimo anniversario nel 2023 con una serie di eventi. Per avvicinarsi al cibo sano e di stagione, si possono anche scoprire le ultime novità gastronomiche e di divertimento della città: Grand Scène, un tempio dello street food locale, e Hall U Need, un gigantesco complesso che combina attività per il tempo libero (bowling, karaoke, realtà virtuale, ecc.) e una cucina sana al 100% a rifiuti zero.

Grand Scène Mange Lille Hall U Need

Rennes, terreno fertile in Bretagna

Julien Mignot / Destination Rennes
© Julien Mignot / Destination Rennes

Si sappia che Rennes sta accelerando il passo. Si stanno diffondendo i terzieri e le fattorie urbane, che uniscono agricoltura e cultura, cibo e legami sociali, sempre in modalità ludica. Dalla primavera del 2021, la Ferme de Quincé adatta le verdure del suo orto ai gusti dei clienti del suo ristorante e ai ritmi del suo programma musicale. Nell'ex fattoria del Castello della Prévalaye, la Basse-Cour è uno spazio per la formazione, la trasmissione, la ristorazione, le residenze artistiche e culinarie, un luogo condiviso dedicato al cibo sano, sostenibile e conviviale. Nelle giornate di sole, benvenuti alla sua Guinguette, per condividere il mondo in buona compagnia davanti a splendidi piatti di stagione. Anche per quanto riguarda i festival, la parola d'ordine è sobrietà creativa e trasmissione militante. Al di là della programmazione musicale, Les Tombées de la Nuit (a luglio) e le TransMusicales (a dicembre) coinvolgono il pubblico nelle loro riflessioni sostenibili. Bravi!

Ferme de Quincé La Basse Cour Les Tombées de la Nuit luglio 2024 Les TransMusicales 4 - 8 dicembre 2024

Parigi, palma verde

Maxime Delvaux
© Maxime Delvaux

A Parigi e nella sua regione non mancano le fattorie urbane e i terzieri festivi che si occupano di ambiente e di economia sostenibile e solidale, anche sui tetti, come NU-Paris nel 15° arrondissement. Il 2023 promette ancora di essere un buon momento per iniziare. Ad esempio, nella foresta di Meudon (accessibile con autobus e RER), l'Hangar Y (un ex hangar per dirigibili trasformato in luogo culturale e per eventi) accoglierà i curiosi a partire da questa primavera, concentrandosi su Arte, Scienza e Natura, con un percorso artistico all'aperto e un ristorante bistronomico e locavore in stile country.

Più urbano ma altrettanto spettacolare, l'ex campus dell'Università di Censier diventa, nel cuore di Parigi, una landa effimera di 25.000 m² dedicata al Sapere in tutte le sue forme, ovvero una profusione di conferenze, mostre, mercati e concerti che vi faranno venire voglia di imparare e capire mangiando. Una mensa-ristorante per riflettere sull'alimentazione sostenibile e solidale, un anfiteatro e un Grand Plateau per incontrarsi, oltre a un cabaret, favoriranno scambi e incontri.

Lo stesso stato d'animo vale per Bercy Beaucoup, un terzo luogo nel quartiere di Bercy-Charenton (12° arrondissement) che combina giardini condivisi, un centro di riciclaggio, un ristorante-guinguette (con un forno per il pane!) e serate vivaci alla Boîte à Sardines, la discoteca più piccola del mondo! Anche quest'anno ci sarà molta atmosfera il 2, 3 e 4 giugno a We Love Green, l'eco-festival di musica pop nel Bois de Vincennes, concepito come un laboratorio di ricerca a cielo aperto, un luogo di esperienze globali e immersive, festose e civiche, creative e responsabili, artistiche e sostenibili, con conferenze e workshop tra due concerti. Ci piace!

NU-Paris, Nature Urbaine Hangar Y Cesure Bercy Beaucoup We Love Green Festival 2-4 Giugno 2023

Tour, semi di possibilità nella Valle della Loira

I ciclisti che percorrono la Loira in bicicletta lo attraverseranno con calma: a sud di Tours, il parco eco-ludico La Gloriette è un sito naturale di quasi 200 ettari dedicato all'ambiente in tutte le sue forme. Aree didattiche, laboratori e concerti, un programma di eventi e attività per tutto l'anno vi invita a diventare verdi, a pochi chilometri dagli splendidi castelli della Loira. A giugno, non perdete il Potager Electronique, un gioioso festival di musica contemporanea che presenta artisti e progetti emergenti in un ambiente insolito. Un altro sito che merita una visita è il Beaumonts, un vasto sito di terzi installato su ex caserme militari dove fioriscono iniziative creative, solidali ed ecologiche. La terza stagione sarà lanciata nella primavera 2024. Non vediamo l'ora!

Parco de la Gloriette Le Potager Electronique 31 maggio - 2 giugno 2024 Les Beaumonts

Consigli e raccomandazioni: Se vuoi raggiungere le città sopra citate, puoi limitare il tuo impatto sull'ambiente utilizzando forme di trasporto morbide come il treno. Durante gli eventi, vengono generalmente messe a disposizione navette o altre soluzioni di trasporto ecologico. Per conoscerle, basta consultare la pagina di accesso a ciascun evento. Il car-sharing è anche un buon modo per godersi il festival di vostra scelta e incontrare persone che condividono i tuoi interessi.

Per Pascale Filliâtre

Giornalista-viaggiatrice. Spesso sono andata in capo al mondo a cercare quello che la Francia offre… a due passi da casa.