Nantes: la guida del tifoso della Coppa del Mondo di rugby 2023

Con un centinaio di parchi e giardini, le rive della Loira e le spiagge della costa atlantica nelle vicinanze, Nantes ha tutto per piacere. Lo Stade de la Beaujoire ospiterà quattro partite della Coppa del Mondo di rugby 2023. Un'occasione unica per lasciarsi tutto alle spalle e fare rotta verso ovest per scoprire l’audace e creativa città dei Duchi di Bretagna. Fate un viaggio a Nantes, resterete piacevolmente sorpresi!

Scegliere la partita

Di solito sono i Canaris, la squadra di calcio locale, a scendere in campo allo Stade de la Beaujoire, a due passi dall'Erdre, il più bel fiume di Francia secondo Francesco I. Per la Coppa del Mondo di rugby 2023, saranno i tifosi della palla ovale a riscaldare gli animi e a fare il tifo sugli spalti in quattro occasioni:

- Irlanda-Tonga - sabato 16 settembre 2023 alle 21.00 (Pool B)
- Argentina-Cile - sabato 30 settembre 2023 alle 15.00 (Pool D)
- Galles-Georgia - sabato 7 ottobre 2023 alle 15.00 (Pool C)
- Giappone-Argentina - domenica 8 ottobre 2023 alle 13.00 (Pool D)

A partire dal 13 settembre 2022 alle ore 18.00, i biglietti individuali saranno disponibili presso la biglietteria online (Link esterno) per tutte le 48 partite della competizione. I tifosi possono anche approfittare dell'esclusiva prevendita aderendo al programma Famille 2023 per godere di innumerevoli vantaggi.

Come raggiungere lo stadio e spostarsi con mezzi di trasporto sostenibili

Nel 1985, Nantes è stata la prima città francese a ripristinare la linea di tram. È il modo migliore per raggiungere lo stadio, soprattutto perché lo stadio La Beaujoire è servito da ben due fermate. La bicicletta è un'alternativa da prendere in considerazione grazie ai 600 km di piste ciclabili e alle numerose stazioni Bicloo, il servizio urbano di bike-sharing. A Nantes, è possibile spostarsi via fiume sulla Loira e sull'Erdre con i Navibus (le biciclette sono accettate a bordo) semplicemente esibendo il biglietto del tram. Una vera comodità! Lo stadio è raggiungibile anche in barca con la possibilità di passeggiare lungo le rive dell'Erdre.

Percorrere Nantes in bicicletta con Bicloo (Link esterno)

Seguire la partita in città... e festeggiare il terzo tempo

Nel quartiere medievale di Bouffay, a Nantes, Le Rabelais è una birreria sulla pubblica piazza che sembra un museo dello sport! Nelle serate in cui si disputano gli incontri, 4 grandi schermi faranno la felicità di tutti gli appassionati di rugby grazie anche all’ottima scelta di birre (da consumare con moderazione). Per un'atmosfera da "Irish pub", vi consigliamo Gigg's, di fronte alla cattedrale, e per mettersi comodi, fate rotta verso il nuovo LAB o Little Atlantique Brewery, un gigantesco ex frantoio trasformato in piccolo birrificio artigianale. Le birre artigianali possono essere degustate sul posto nel bar-ristorante. Situato sulle rive della Loira con una vista mozzafiato, il birrificio è raggiungibile con il Navibus dall'île de Nantes, con una piccola crociera come premio.

Alla scoperta dei prodotti locali

I golosi saranno estasiati dai Petits Beurres da mettere nello zaino dei tifosi durante le partite. Gli intenditori apprezzeranno anche i prodotti dei contadini locali, con il soncino in testa, e naturalmente il pesce e i crostacei freschi provenienti direttamente dai mercati ittici dei porti dell’Atlantico. Una visita al grande mercato di Talensac farà la gioia del palato. Tra gli ottimi ristoranti che servono piatti della tradizione locale e 100% biologici da provare, Sain è un ristorante-cantina-gastronomia tra i più gettonati. Nell’animatissima rue du Maréchal Joffre, Samuel e Josselin, figli di contadini che praticano l’agricoltura biologica a Guérande, la bella città del sale, propongono una cucina di mercato e di stagione che fa bene al pianeta e al morale. In una versione più extra-large, non mancate di fare un salto alla nuova food hall sull'île de Nantes. Sotto gli ex capannoni Alstom, il Magmaa e i suoi 9 chioschi promettono di saziare anche i palati più esuberanti.

Visitare la città

Un grande elefante di legno e acciaio, mascotte dei nantesi, si aggira sull’île de Nantes trasportando i turisti sul dorso. Lo si può incontrare a due passi da macchine straordinarie, che sembrano uscite da un romanzo di Giulio Verne, e da un’enorme giostra da far girare la testa. A pochi passi, un quartiere creativo e vivace e l’Hangar à bananes sulle rive della Loira, che ospita bar e sale espositive, meritano una visita (raggiungibili in bicicletta o con il navibus). Per ammirare gli eleganti castelli, i manieri e le follie del XVIII secolo navigando sul fiume Erdre, salite a bordo dei battelli elettrici dell'île de Versailles. La tranquilla crociera offre uno scorcio del magnifico parco floreale di Beaujoire e del suo roseto, accanto allo stadio.

Esplorare le Macchine dell’Île de Nantes (Link esterno)

Esplorare i dintorni

A sud, i vigneti di Nantes, patria del Muscadet e del Gros Plant, raggiungibili in bicicletta. A ovest, su entrambi i lati dell'estuario della Loira, le spiagge atlantiche: la Côte de Jade e le sue insenature, la Côte d'Amour e le sue località balneari Belle Epoque come La Baule, campo base della squadra argentina durante la Coppa del Mondo di rugby 2023...
Per pause di evasione rigeneranti, Nantes non manca di ispirazione. L’itinerario migliore? Seguite il Parcours Estuaire, 60 chilometri lungo la Loira dal centro della città dei Duchi di Bretagna fino a Saint-Nazaire, per scoprire opere d'arte di grandi dimensioni, sculture e architetture sorprendenti firmate da artisti internazionali. Nella splendida luce dell'oceano, questa collezione permanente può essere visitata in qualsiasi stagione dell'anno, soprattutto perché i siti sono liberamente accessibili a piedi o in bicicletta lungo le rive della Loira.

Trovare un alloggio

Più di venti hotel di Nantes hanno ottenuto il marchio "Ecolabel UE" o la "Green Key" per incoraggiare i soggiorni eco-responsabili. Nel quartiere di Longchamp, un po' distante dal centro città ma ben servito dal tram, Le Lieu-Dit, inaugurato nel 2022, è una struttura sostenibile al passo con i tempi. Hotel (31 camere colorate con mobili di recupero e biancheria da letto "Palace"), bar, pizzeria (tavoli ricavati da volani da badminton), negozio di alimentari (prodotti 100% locali) e sala per eventi, si presenta come una vivace piazza del villaggio, decorata da affreschi e motti che stimolano il buonumore. In più, la colazione è garantita per provenienza a "meno di 50 km", risparmio e recupero dell'acqua, biogas, elettricità verde, impegno zero rifiuti, mentre una clessidra nelle sale da bagno consente di cronometrare le docce e il lavaggio dei denti! Insomma, un hotel dotato di locale per le biciclette che risveglia le coscienze, ma dove dormire sonni tranquilli.

Soggiornare all'hotel eco-sostenibile Le Lieu Dit (Link esterno)