Lione o l'art de vivre: una passeggiata illuminante con Marie and mood

Ispirazioni

LioneGastronomia e Vino

Sponde della Saona - Lione
© Marie and mood - Sponde della Saona - Lione

Tempo di lettura: 0 minPubblicato il 15 novembre 2017

Patrimonio e gastronomia, luoghi imperdibili e angoli nascosti, l'influencer @marieandmood ci invita a scoprire Lione mettendoci nei suoi panni.

Scoprire una terrazza nascosta.

Il Musée Gadagne nel cuore del quartiere Saint-Jean
© Marie and mood - Il Musée Gadagne nel cuore del quartiere Saint-Jean

Chi va a visitare il museo Gadagne ha una bella sorpresa: vi imbatterete nel suo caffè, con la bella terrazza, il giardino fiorito e potrete gustare la limonata della casa. Place du Petit Collège, 5° arrondissement

Fare un brunch al Cafetiers.

Una pausa golosa ai Les Cafetiers
© Marie and mood - Una pausa golosa ai Les Cafetiers

Un arredamento in stile scandinavo, un menu fresco e bio, un'accoglienza calorosa e sincera, un patio perfetto per un pranzo (o anche un brunch) d'estate. Rue Ferrandière, 2° arrondissement

Fare un giro per mercatini in un'atmosfera da vecchia balera

Uno stand al mercatino delle pulci del Canale
© Marie and mood - Uno stand al mercatino delle pulci del Canale

È il mio rito della domenica mattina fare un giro al mercatino delle pulci del Canal, nella periferia di Lione. Da una parte gli antiquari, per gli intenditori e gli appassionati. Dall'altra i rigattieri e i creatori, per i collezionisti amatoriali... Rue Eugène Pottier a Villeurbanne

Appagare la propria voglia di cookies.

Metà lionese metà americano: Coney Cookies 
© Marie and mood - Metà lionese metà americano: Coney Cookies 

In un ambiente dai colori pastello e decorato con stampe floreali, Coney Cookies vi offre un'ampia scelta di cookies e frollini fatti in casa, ma anche tutta una collezione di utensili da pasticcere. Rue Sergent Blandan, 1° arrondissement

Fare un pranzo leggero.

Le tartine golose del ristorante L'Épicerie
© Marie and mood - Le tartine golose del ristorante L'Épicerie

In un ambiente vecchio stile, inizio con una deliziosa fetta di pane con formaggio di capra e miele accompagnata da una ciotola di insalata. Ma non mi fermo qui perché i dessert dell'Épicerie Bistrot à tartines sono una squisitezza. In particolare la crostata alle praline della casa... Rue de la Monnaie, 2° arrondissement

Fare una pausa-caffè connessa

Lo spazio ibrido di Métagram
© Marie and mood - Lo spazio ibrido di Métagram

Maison Métagram è un concept store nel quale i creatori lionesi hanno il posto d'onore. Come a casa propria, si può personalizzare l'ambiente, mettere un vinile... Il luogo perfetto per lavorare davanti a un tè e un muffin 100% locali. Rue de Fleurieu, 2° arrondissement

Scegliere delle piante in un giardino urbano.

Il negozio verde "Du Vert au Balcon"
© Marie and mood - Il negozio verde "Du Vert au Balcon"

Du Vert au Balcon è un ex garage trasformato in negozio di giardinaggio, dove trovo delle piante di qualità, dei bellissimi vasi in terracotta e dei consigli davvero personalizzati. Rue Sala, 2° arrondissement

Ballare sul tetto.

Le Sucre, la tendenza rooftop di Lione
© Marie and mood - Le Sucre, la tendenza rooftop di Lione

Molti eventi musicali fanno tappa su questo rooftop: Le Sucre. Situato in posizione ideale verso il nuovo quartiere Confluences. Quai Rambaud, 2° arrondissement

Continuiamo?

• La Cave des Voyageurs, in place Saint-Paul, per gli amanti del vino • Il concept store Auguste et Cocotte, in rue Auguste Comte, per gli appassionati di moda e arredamento • Il parco della Tête d’or, per una passeggiata al giardino botanico • Il giardino Rosa Mir e le sue migliaia di conchiglie, per una passeggiata atipica alla Croix-Rousse • Il cammino del Viaduc, nel parco di Hauteurs, per scoprire la superba basilica di Fourvière da un'angolazione inedita • Il traboule di Voraces, in place Colbert, per una sorpresa architettonica riconosciuta dall'Unesco

Per Marie and mood

Né troppo grande, né troppo piccola, vivace, universitaria, storica, mutevole, accogliente: Lione è la città in cui Marie ha scelto di vivere 10 anni fa. E da allora non smette di condividerla sul suo blog, Marie and mood.