Allez au contenu Allez à la navigation Allez à la recherche Change language

Se non riuscite a leggerescaricate Flash Player.

  • Giovanna d'Arco

    Giovanna d'Arco

    © RMN-Grand Palais

  • Giovanna d'Arco

    Giovanna d'Arco

    © AFP

  • Arrivata di Giovanna d'Arco a Chinon

    Arrivata di Giovanna d'Arco a Chinon

    © RMN-Grand Palais / Agence Bulloz

  • Giovanna d'Arco all'incoronazione di Carlo VII

    Giovanna d'Arco all'incoronazione di Carlo VII

    © RMN-Grand Palais (Musée du Louvre) / Hervé Lewandowski

  • Giovanna d'Arco

    Giovanna d'Arco

    © Hemis.fr

Eroina della Guerra dei Cent'anni, Giovanna d'Arco, detta la Pulzella d'Orléans, figlia analfabeta di contadini, nasce a Domrémy, nella Meuse. All'indomani del trattato di Troyes (1420) e della morte di Carlo VI (1422), Domrémy si trova sulla frontiera delle due France: quella del re "legale", l'inglese Enrico VI, e quella del re "legittimo", il delfino Carlo VII. Per ben due volte, nel 1425 e nel 1428, gli abitanti di Domrémy, borgo fedele al Delfino, sono dovuti fuggire di fronte alla minaccia anglo-borgognona.

Sullo sfondo di queste vicende Giovanna, che verso l'età di 13 anni ha iniziato a sentire delle "voci" che le ordinano di salvare la Francia, si fa condurre presso il Delfino rifugiatosi a Chinon (febbraio 1429).

Ottenendo da lui alcune truppe, libera Orléans dagli inglesi (maggio 1429). In seguito alla riconquista di Auxerre, Troyes e Châlons, si spiana la strada verso Reims. Il nome di Giovanna riecheggia in tutta la Francia. Il 17 luglio, Carlo VII può infine recarsi a Reims ed essere consacrato re. Ma Giovanna non riesce a liberare Parigi e mentre affranca Compiègne, cinta d'assedio (23 maggio 1430), viene catturata dai borgognoni e venduta agli inglesi.

Giudicata a Rouen come eretica da un tribunale ecclesiastico presieduto da Pierre Cauchon, vescovo di Beauvais, viene condannata e bruciata viva sulla piazza del Mercato Vecchio di Rouen, il 30 maggio 1431. Carlo VII, che non ha fatto nulla per salvarla, aspetterà la riconquista di Rouen nel 1450 per far procedere alla sua riabilitazione (1456).