Allez au contenu Allez à la navigation Allez à la recherche Change language

Se non riuscite a leggere, scaricate Flash Player.

  • Castello di Amboise

    Castello di Amboise

    © Hemis.fr

  • Castello di Amboise

    Castello di Amboise

    © Dimitar Denev

  • Castello di Amboise

    Castello di Amboise

    © Vincent Maurin

  • Castello di Amboise

    Castello di Amboise

    © Michel Cornu

  • Castello di Amboise

    Castello di Amboise

    © Wil Linssen

Il magnifico castello di Amboise domina la Loira ad Amboise, nel cuore della Touraine. Il castello, rappresentativo del Rinascimento francese e dimora di molti re di Francia, fa parte dei castelli della Loira.

Imponente, raffinato, il castello di Amboise occupa un altopiano che domina la Loira. Oltre alla residenza reale, e ai suoi giardini, è anche famoso per la cappella di St. Hubert, capolavoro dell'ultima fase dell’architettura gotica francese: il cosiddetto gotico flamboyante (fiammeggiante). La cappella ospita la tomba di Leonardo da Vinci.

Fregi di pietra e splendida vista sulla Loira

Con i suoi bastioni, le sue due torri imponenti; quella dei Minimes e quella di Heurtault, i suoi architravi, i suoi abbaini gotici o rinascimentali, i suoi corpi di fabbrica a cavallo tra Medioevo e Rinascimento, il castello costituisce un corso di architettura e un viaggio attraverso i secoli. I suoi alloggi, le sue terrazze e i suoi giardini, al di sopra della Loira, richiamano sogni di grandezza e stimolano alla contemplazione e alle passeggiate.

La grandezza di un castello reale

Prima di essere riannesso alla corona nel 1434, il castello appartenne, per oltre quattro secoli, alla potente famiglia degli Amboise. Durante il Rinascimento, è stato la residenza di diversi re di Francia. Il figlio di Luigi XI, Carlo VIII, che venne cresciuto qui, apprezzò la dolcezza della Touraine e ne fece la sua dimora prediletta. Appassionato di cultura italiana, invitò ad Amboise molti artisti italiani che trasformarono completamente il castello in stile Rinascimentale. Chiamò a sé anche un orticoltore italiano per il disegno dei giardini. Gli altri elementi verranno creati da artisti francesi.

Il ricordo di Leonardo da Vinci a Clos Lucé

I re successivi vollero ampliare il castello, che in seguito divenne un centro di potere e un punto di riferimento per la vita sociale e intellettuale dell'epoca. La sua famosa biblioteca rappresentò l'incubatrice della Biblioteca Nazionale. Luigi XII invitò Leonardo da Vinci a soggiornare a Clos Lucé, vicino all'alloggio reale. Amboise, luogo di grande importanza storica, è stato notoriamente la scena della Congiura di Amboise, il preludio delle guerre di religione.

Venne in gran parte distrutto durante il Primo Impero.

Amboise, la dolcezza della Valle della Loira

E 'molto piacevole passeggiare per Amboise, “città dalle mille meraviglie”, con ad esempio le sue famose abitazioni trogloditiche. Nel Medioevo, in seguito all'estrazione della pietra, le cave si sono incavate e sono diventate delle abitazioni molto caratteristiche della Valle della Loira.

Nel 2000, la Valle della Loira è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO conquistando il titolo di “Paesaggio culturale”. I villaggi intorno alla zona contengono anche molti tesori.

Per saperne di più